Paura della peste

La paura protegge la vita”.

Vedo in giro gente che sfida il virus. Anzi lo nega. Nega la malattia. Sorvola su milioni di infetti. Cieca su milioni di morti. Polemica su tutto. E va in piazza, sbandierando il diritto alla libertà. Libertà su cosa? Libertà sul negare la morte? O più semplicemente libertà – forse! – di negare la paura?

“La paura protegge la vita”.

Paura è energia innata, che porta a percepire il pericolo. A sfuggire a quanto minaccia la vita e può profilare morte. È in dotazione a tutti gli animali, tra i quali si contano le femmine e i maschi appartenenti alla specie umana. Pur posta al vertice dell’evoluzione corporea della vita, la specie umana sente l’emozione di paura. E non si rende conto della sua prodigiosa funzione. Che cozza con l’improprio invito “non aver paura”, del tutto fuorviante.

            Certo, la persona umana è anche razionale, cioè è “animale razionale”. Dotata di mente e volontà, ha una marcia in più. D’incredibile energia, in grado di rendere immateriali, le realtà terrene e corporee, facendosene un’idea. Per cui, se percepisce la paura come ogni animale, è però capace di razionalizzare la paura, giungendo fino a reprimerla e negarla. Si fa infatti un’idea della paura, si fa un’idea pure di quello che succede nel proprio corpo quando scatta paura (oltre a sentire tensione e irrigidimento e spinta alla fuga), si fa un’idea di ciò che può far paura e dello stesso pericolo. Colleziona una serie di pensieri su tutto il quadro degli eventi, su ciò che succede e gli succede, nel pericolo.

Così, manovrando sui pensieri, ritiene di poter rapportarsi con la realtà, di gestirla e riconoscerla per come è, a livello mentale – molto più facile spostare con l’idea un sacco di cemento che caricarsi nelle braccia il sacco materiale di cemento. Infatti interpreta la realtà, la manipola e giunge, con la volontà, a cambiare perfino le carte in tavola. Nega ciò che gli succede o succede ad altri. E spara giudizi, senza fondamento come quello familiare – ma del tutto errato – che il sole nell’equinozio “sorge alle 6 o tramonta alle 18”: Invece è casa tua, il tuo paese o città, la tua persona che, girando con la terra, “va incontro al sole al mattino e lo lascia alla sera”. E ciò non vuol dire meno poesia.

            Questo meccanismo mentale s’è messo in moto all’inizio della circolazione del virus. Continua a essere usato, a girare tra la gente, così da produrre danni, in modo molto pesante e molto incosciente. Porsi in negazione è facile, perché la minaccia è invisibile, le informazioni sono sempre confuse e complicate, l’argomento ormai ci esce dagli occhi e dalle orecchie. Mentre invece l’evento della pandemia è tale che bisogna averne paura. Il suo andamento mostra che è una vera peste dei tempi attuali, con in più la caratteristica d’essere universale. Verità è che percentuali alte di morte prodotta incidono in tutti i paesi della terra. Non si può razionalizzare una faccenda del genere, non è ammessa la sua negazione. Meno che mai è opportuno trasformarla in terrore maniacale, basato sull’idea di un complotto mondiale, oppure farne un incubo fobico di pratica quotidiana che assilla ogni comportamento. Tutti meccanismi mentali che negano la paura.

            Va accolta l’onesta e vera paura di ammalarsi, paura di poter soffrire molto in questa malattia, paura di morire, che poi è il compito fondamentale della paura: proteggere la vita.

                                                                                                                      Gigetto

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Torna su

SOSTIENI FONDAZIONE PROGETTO UOMO CON IL
5 PER MILLE

Sostenere la Fondazione Progetto Uomo con il 5 per mille è molto semplice: basta firmare nell’apposito riquadro, e riportare nello spazio il codice fiscale 01040310250
Le scelte di destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e possono, pertanto, essere espresse entrambe.

Gruppo BP Breve 7 agosto 2021

INIZIARE DAI PICCOLI: CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

Calendario incontri BP residenziali 2021

FONDAZIONE PROGETTO UOMO – Importi percepiti dalla PA nel 2020