Progetto Uomo qui e ora – 17 maggio

Progetto Uomo qui e ora – 17 maggio

Viviamolo insieme.

 “Gerusalemme,

città della pace”

Angosciante la guerra militare e sociale
in Palestina, attorno alla città di Gerusalemme.
“Città della pace” è il suo nome.
Centro in cui s’incrociano tutte le religioni,
che fanno capo ad Abramo, il “padre della fede”.
Quando vi andai, e la percorsi a piedi,
gli ebrei controllavano e garantivano i miei movimenti,
i palestinesi cristiani mi accompagnavano e servivano,
i palestinesi islamici guidavano e curavano gli aspetti turistici.
Da tutti ricevevo sorrisi e gentilezza.
Aperta la spianata del tempio,
le moschee visitabili con rispetto,
accesso al muro del pianto e sosta meditativa,
serenità al S. Sepolcro nonostante le risse
rituali, per troppa gente e troppi gruppi,
sugli spazi comuni da usare in preghiera.
Abramo, con la sua fede, offriva serenità per tutti.
La fede è un sentimento più forte della religione,
ma è sporcata da questa, quando diventa ideologica,
interessata (anche ai soldi), gioco di potere,
esclusiva, impositiva e di parte.
In quel momento salta la pace nelle relazioni,
diventa rivendicazione e si fa rapidamente guerra.
Così saltano per aria le case e le piazze,
muoiono bambini e persone innocenti.
Ma l’amore non vince l’odio religioso?
L’umile amore umano, fatto di carne e limite,
emozione e sentimento sublime,
non sta alla base della fede e della fiducia?
Come l’amore è di tutti e quindi per tutti,
Gerusalemme, capitale della fede mondiale,
non è pezzo di terra da possedere,
agglomerato di palazzi e luoghi santi da sfruttare,
meno che meno spazio per i faziosi.
Per essere città della pace,
ha bisogno dell’amore di tutti.
Solo l’amore vince ogni guerra.

                                                                              Gigetto

Torna in alto

LABORATORIO ESPERIENZIALE DI BONDING PROCESS PER PROFESSIONISTI DELLE RELAZIONI DI CURA

Giovani Hikikomori: approcci inclusivi, un passo alla volta

Corso intensivo: Meditazione e personalità MEP -1

La prevenzione dell’aggressività a danno degli operatori sanitari: indicazioni e strumenti

SOSTIENI FONDAZIONE PROGETTO UOMO CON IL
5 PER MILLE

Sostenere la Fondazione Progetto Uomo con il 5 per mille è molto semplice: basta firmare nell’apposito riquadro, e riportare nello spazio il codice fiscale 01040310250
Le scelte di destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e possono, pertanto, essere espresse entrambe.