Progetto Uomo qui e ora – 27 Luglio

Progetto Uomo qui e ora – 27 Luglio

Viviamolo insieme.

“Qui insieme, una persona può, alla fine,
manifestarsi chiaramente a sé stessa”.

Mi è stato chiesto tante volte:
“Come riesco a essere me stesso?”.
Bella domanda!, dico.
Non bastano 100 milioni,
per una risposta valida,
quindi bisogna procedere gratis.
A proprie spese, sulla propria pelle.
A mo’ d’esempio: non posso sapere
che tipo di maschio “sono” nella coppia,
o che tipo di femmina “sono” nella coppia,
se non comincio a mettermi in coppia.
Cioè a mettermi “insieme come coppia”.
(Il che non è certo “far l’amore”,
evento e cosa banalissima, ovvia,
che non viene o viene bene/male a seconda…
perché è un “fare”, magari occasionale/forzato,
non l’“essere” maschio/femmina).
Bisogna mettersi insieme, a livello profondo.
Solo così ci si rivela, perché lo si è, persona.
Nel caso dell’esempio: persona maschio/femmina.

                                                                                                Gigetto

Torna in alto

Giovani Hikikomori: approcci inclusivi, un passo alla volta

Corso intensivo: Meditazione e personalità MEP -1

La prevenzione dell’aggressività a danno degli operatori sanitari: indicazioni e strumenti

Gestire lo stress, l’ansia e la sofferenza con la mindfulness.

SOSTIENI FONDAZIONE PROGETTO UOMO CON IL
5 PER MILLE

Sostenere la Fondazione Progetto Uomo con il 5 per mille è molto semplice: basta firmare nell’apposito riquadro, e riportare nello spazio il codice fiscale 01040310250
Le scelte di destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e possono, pertanto, essere espresse entrambe.