Progetto Uomo qui e ora – aprile 16

Viviamolo insieme.

“Vivi a noi stessi e agli altri”

Se il Verbo/Dio “carne divenuto”, da Verbo/carne

è risorto e fu ‘visto e palpato’ vivo da molte persone,

il Sabato Santo, che egli Verbo/carne visse nel sepolcro,

impone di riflettere sul mistero nuovo circa vita/morte.

Con la fede, i pensieri completamente nuovi sono questi:

1° – l’uomo/carne nella morte trova il seme della rigenerazione;

2° – l’uomo/carne morto lascia il tempo, non la vita umana;

3° – la morte “morte” è quella maledetta prodotta da noi;

4° – la morte “vita” è quella di credere nell’amore creante di Dio;

5° – la morte “vita” serve a escludere ogni ostacolo

all’incontro con Dio e ogni limite alla Vita Eterna.

Tutto ciò grazie a Gesù di Nazaret, morto, sepolto e risorto.

Questo sabato è “santo” solo se si prende coscienza,

stando nel pensiero della morte, che questa apre alla Vita  

                                                                        Gigetto

Torna in alto

LABORATORIO ESPERIENZIALE DI BONDING PROCESS PER PROFESSIONISTI DELLE RELAZIONI DI CURA

Giovani Hikikomori: approcci inclusivi, un passo alla volta

Corso intensivo: Meditazione e personalità MEP -1

La prevenzione dell’aggressività a danno degli operatori sanitari: indicazioni e strumenti

SOSTIENI FONDAZIONE PROGETTO UOMO CON IL
5 PER MILLE

Sostenere la Fondazione Progetto Uomo con il 5 per mille è molto semplice: basta firmare nell’apposito riquadro, e riportare nello spazio il codice fiscale 01040310250
Le scelte di destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e possono, pertanto, essere espresse entrambe.