Progetto Uomo qui e ora – maggio 2

Viviamolo insieme.

“Vivi a noi stessi e agli altri”

Mi domando che senso abbia il lavoro nel mese

di maggio, tempo decisamente primaverile,

con l’esplosione delle rose e del calore del sole.

E dedicato da secoli a una donna, Maria,

moglie di Giuseppe di Nazareth (patrono dei lavoratori),

madre di Gesù, lui pure di Nazareth (carpentiere stagionale),

dedita ai lavori duri di casa, non priva di forti

relazioni sociali (il figlio imparò da lei il ruolo della donna).

Mese di fioritura, mese di speranza per lunghi raccolti.

Ma al giorno d’oggi il lavoro non è affatto rose e fiori,

anzi è irto di spine, ragion per cui troppi cittadini

ne restano privi. Ma che senso ha tale dato di fatto?

Il racconto di Gesù, nel merito dei talenti assegnati,

fu ed è micidiale: qualsiasi tipo di persona, pur differente

la risorsa messa a disposizione, è chiamata

a render conto, senza alcun alibi di giustificazione.

Meno che meno il giudizio affibbiato a chi ha donato

la risorsa. Come dar colpa al rosaio perché una rosa,

pur splendida, è risultata più piccolina.

Un talento resta sempre un talento e il confronto

con cinque o dieci altrui non c’entra un fico secco. 

                                                                        Gigetto

Torna su

2° CORSO DI ALTA FORMAZIONE La supervisione professionale nei contesti di lavoro terapeutici ed educativi

Gestire lo stress, l’ansia, la sofferenza fisica e psicologica con la mindfulness.

Corso per Istruttori MOM – Meditazione di Consapevolezza Orientata alla Mindfulness 3° edizione.

Corso avanzato di studio e scrittura di un libro in ambito scientifico, filosofico e spirituale

SOSTIENI FONDAZIONE PROGETTO UOMO CON IL
5 PER MILLE

Sostenere la Fondazione Progetto Uomo con il 5 per mille è molto semplice: basta firmare nell’apposito riquadro, e riportare nello spazio il codice fiscale 01040310250
Le scelte di destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e possono, pertanto, essere espresse entrambe.